lunedì 11 maggio 2020

Le Carte delle Costellazioni Galattiche

Finalmente tutto è pronto.
Non si tratta di un libro ma di una cosa molto particolare: delle carte realizzate da me, dipinte nel 2015 in canalizzazione, che finalmente posso condividere con il mondo.
Le energie erano troppo intense e particolari fino a qualche anno fa, oggi invece, grazie all'evoluzione che stiamo vivendo, possono davvero aiutare le persone nel quotidiano.

Le Carte delle Costellazioni Galattiche: delle carte che portano energie stellari sulla Terra.


Si possono usare nella vita quotidiana per il proprio percorso di evoluzione interiore o per agire su una situazione specifica.
Ci sono 10 carte in grande formato 10x16 cm, 350 grammi di spessore, plastificate lucide fronte-retro per durare di più. C'è anche, oltre alla carta della copertina, una carta che funge da menu e mini-guida, con l'elenco dei soggetti e con scritto che tipo di energia portano.
C'è un libretto di istruzioni in formato A4 da 15 pagine a colori su cartoncino 200 grammi. Oltre a delle istruzioni generali di utilizzo, troverete per ogni carta una scheda staccabile con le principali caratteristiche.
Confezione di cartoncino proteggi carte più bustina trasparente con clip di chiusura per contenere tutto quanto.
A chi acquisterà il mazzo manderò via email i file audio MP3 delle meditazioni/attivazioni di ogni carta, così chi non è esperto e ha bisogno di una guida sarà supportato.

Ho pensato a lungo che prezzo fare per tutto questo pacchetto che ha richiesto tantissimo lavoro di realizzazione. La risposta che mi arriva è di venire incontro alle persone che in questo momento hanno difficoltà economiche per via del periodo difficile: desidero che più persone possibili possano approfittare dell'energia di queste carte perciò ho pensato di abbassare il prezzo che avevo in mente da 30 € a 22 €.
22, numero dal significato meraviglioso, colmo di libero arbitrio e decisioni, così come la decisione individuale di evolversi.
Domani spedirò il primo pacchetto prenotato e verificherò anche le effettive spese di spedizione che comunque non credo supereranno i 5 €.
Queste carte non saranno pubblicate, per il momento potrete acquistarle solo tramite me.
Scrivetemi a info@lorenalaurenti.it per tutte le informazioni (tempistiche, pagamento etc.)



lunedì 27 aprile 2020

Io non ho paura


Una saggia scrittrice, io, un giorno di diversi anni fa ha scritto in un suo libro: “Una decisione dettata dalla paura non è mai una decisione giusta”.
Oggi è più vero che mai.
Da quasi due mesi la maggior parte degli italiani fa ogni singola azione a causa dalla paura. 
Paura del virus. Paura di ammalarsi. Paura di soffrire. Paura di attaccare il virus ai propri cari. Paura di veder ammalare i propri cari. Paura che i propri famigliari siano portati in ospedale. Paura di non vederli più. Paura di restare soli. Paura di non poter dare l’ultimo addio. Paura di perdere il lavoro. Paura di restare senza soldi. Paura di veder fallire la propria attività. Paura di morire di fame. Paura di non poter dare un futuro ai propri figli. Paura di doversi separare dai propri figli. Paura di non farcela. Paura di alzare la testa. Paura delle multe. Paura delle ritorsioni.
La lista potrebbe continuare.
Tutto è stato fatto in nome della paura. Tutto. Ve ne rendete conto?
In gergo “energetico”, la paura è un sentimento di “bassa vibrazione”, in sostanza un bel portale spalancato verso la malattia. I medici direbbero: stai su di morale per alzare il sistema immunitario. Ecco, qualcosa di simile.
Di fatto possiamo dire che l’epidemia si è allargata anche a causa della paura. Lo so, scientificamente non è dimostrabile, ma non è questo il punto a cui voglio arrivare.
Tutta la lista qui sopra è legittima. Ci siamo trovati di colpo chiusi in casa con qualunque mezzo d’informazione a martellarci, a convincerci di essere in guerra. Quindi la paura è comprensibile. Quello che vi invito a fare è spostare l’attenzione un po’ più su.
Metto la mascherina per proteggermi, perché mi amo. Metto la mascherina per rispetto per gli altri. So che la vita e la morte sono imprevedibili per cui mi godo ogni attimo con le persone che amo, in serenità e tranquillità. Vedo i limiti degli altri e non giudico: anche loro avranno molte battaglie in corso che io non conosco. Anche se sono senza lavoro, resto fiducioso sul futuro perché si stanno aprendo tante nuove professioni. Mi godo il tempo con i miei figli e li faccio vivere in una casa colma di amore. La mia libertà è vitale, sono disposto a fare tutto per preservarla. Se resto fedele a me stesso, nulla potrà ferirmi.
La paura incontrollata diventa terrore, il terrore rabbia, la rabbia isola, l’isolamento inasprisce.
Ed ecco che senza accorgersene ci si ritrova su un social network ad augurare la morte al prossimo e a denunciarlo, senza sapere nulla su di lui.
Ci si ritrova piegati a qualunque forma di dittatura, a diventare i peggiori esecutori e ad anelare la reclusione perché l’alternativa è spaventosa.
Ci si trova a perdere, assieme ai buoni sentimenti, ogni forma di libertà.

Io non ho paura.
Io mi rispetto, per cui decido di ribellarmi. Decido di vivere.
Sì, perché questa non è più vita. 

venerdì 10 aprile 2020

Verso un nuovo mondo


È buffo vedere come le cose possono cambiare in un attimo. Lo scorso anno in questo periodo o poco prima non ne potevo più della vita, ma è bastato alzare le mie frequenze per far cambiare tutto. Oggi, ma in generale in quest'ultimo periodo, provo un sentimento di gratitudine cosi profondo per tutto quello che ho, da commuovermi, e questa situazione globale la vedo come un trampolino.
Dobbiamo cambiare. È il momento per la razza umana di evolversi. Il momento perfetto per lasciare il vecchio. Sta già succedendo, lo noto da piccole cose, ad esempio il paese in cui vivo: qua i piccoli negozianti non si sono arresi, si sono rimboccati le maniche e hanno iniziato a fare consegne a casa. Tutti, dalla cartoleria al ristorante, dalla gelateria al colorificio. Non è meraviglioso? Abbiamo trovato un nuovo modo... ed è solo l'inizio!
Sono fiduciosa e felice. Non c'è paura, non c'è tristezza, solo tanta gratitudine per essere qui oggi e per poter vedere questo momento meraviglioso. Sì, meraviglioso nonostante tutto!